Muzeul memorial „Ady Endre”
Il useo Memoriale “Ady Endre”
  • Architettura  – Stile Eclettico
  • Periodo -1869
  • Architetto – Müller Samuel
IL museo memoriale si trova nell’edificio dell’ex Caffetteria “Müller”, che appartiene al patrimonio architetturale romeno. Al fine dell’Ottocento la Caffetteria era molto popolare tra gli intellettuali della città. Era un locale chic, con terrazzo ed era uno dei locali preferiti dal giovane poeta Ady Endre, dove andava a scrivere.

Le collezioni del museo presentano volumi dell’opera dello scrittore (edizioni delle opere poetiche, pubblicistiche e prosa, apparse durante la vita del poeta ma anche post-mortem). Il valore della collezione è reso dalle edizioni princeps alcune di cui portano la firma dell’autore. Ci sono anche tanti documenti (stampe che attestano l’interesse e la gratitudine della posterità verso la personalità di Ady Endre, viste in occasione di certe manifestazioni cultural-letterarie, serate letterarie, simposi, recite, spettacoli, la fondazione del museo memoriale, l’inaugurazione della statua del poeta, la strada o la scuola che hanno preso il suo nome), ed anche i suoi manoscritti (lettere, cartoline indirizzate agli amici del poeta, articoli e poesie firmate da lui, altri manoscritti dei membri della società letteraria “A Halnap” e amici del poeta, la corrispondenza dei membri della sua famiglia con diversi critici della sua opera).

A tutto questo si aggiunge un grande numero di riviste letterarie pubblicate durante il secolo (la collezione della rivista “Nyugat” (L’Occidente), esistente tra il 1908 e 1937 ed è considerata la più importante rivista letteraria ungherese del Novecento). Dobbiamo notare anche lo sforzo di Ady Endre per la sua fondazione. È stato collaboratore sin dall’inizio e poi, redattore della rivista fino alla sua morte nel 1919.

Il museo espone anche una collezione di fotografie del poeta, lungo la sua vita, fotografie della sua famiglia, di alcuni colleghi e amici di Ady e altre fotografie antiche, specialmente dell’ultima metà del secolo XIX e l’inizio del secolo XX.