Palatul Copiilor
Palazzo dei Bambini
  • Architettura – Stile Eclettico
  • Periodo – 1895-1896
  • Architetto – Rimánoczy Kálmán sr.

Nei pressi della Stazione Centrale e del Complesso Barocco, il Palazzo dei Bambini è stato inizialmente costruito per servire come sede della Società di Archeologia e Storia. L’edificio è stato il primo museo “certificato“ della città di Oradea ed è stato il risultato dello sforzo comune della Società di Archeologia e Storia e del Comitato di Bihor.

Le formalità per la costruzione dell’edificio sono iniziate con la fondazione della Società (1872), la stessa essendo interessata nell’avere uno spazio ottimo in cui poter mettere in valore le proprie collezioni. Diciannove anni più tardi, nel 1891, con la buona volontà dell’episcopo romano – cattolico Laurentius Schlauch, gli archeologi e gli storici di Oradea hanno ricevuto il terreno per la costruzione.

Il progetto e la costruzione dell’edificio appartengono al noto architetto – ingegnere Rimanóczy Kálmán – senior. Lo stile adottato per l’edificio è quello eclettico.
Lo spettatore può facilmente osservare la modalità in cui, almeno sulla facciata dell’edificio dominata dal risalto centrale, gli elementi costruttivi come le colone a capitelli ionici, gli architravi, il fregio ed il timpano triangolare, specifici del neoclassicismo, si collegano armonicamente alle finestre rettangolari ed edicole specifiche del rinascimento. La costruzione dell’edificio è stata ultimata nel 1895.

Interessante è che l’attuale Strada del Museo è stata realizzata proprio per assicurare l’accesso al museo, all’epoca ancora in costruzione.